Gestire efficacemente gli infortuni sul lavoro

Con il passare degli anni il tema della sicurezza sul posto di lavoro è divenuto sempre più attuale, motivo per cui oggi sono numerose le aziende che chiedono ai propri dipendenti di partecipare a dei corsi di primo soccorso.

In particolare, sulla base degli articoli 37 e 45 del Decreto Legislativo 81/08 – Allegati III e IV del Decreto Ministeriale 388/2003, il datore di lavoro ha l’obbligo di selezionare tra i propri dipendenti gli addetti al Primo Soccorso Aziendale e procedere alla loro formazione.

Prima di scegliere il corso al quale far partecipare i dipendenti però il datore di lavoro deve verificare in quale classe rientra la propria attività: esiste infatti una classificazione delle imprese in tre categorie, A, B e C; la classe è inoltre utilizzata per l’applicazione di un diverso tariffario.

La classe A comprende le attività ad alto rischio, come ad esempio quelle impegnate nel settore nucleare, le attività con più di cinque lavoratori riconducibili ai gruppi INAIL e le attività più di cinque lavoratori impegnati a tempo indeterminato nel settore agricolo.

Le classi B e C invece comprendono rispettivamente le attività con tre o più dipendenti che non rientrano nel gruppo A e le attività con meno di tre dipendenti che non rientrano nel gruppo A.

Com’è strutturato un corso di primo soccorso

Durante il corso di primo soccorso all’utente vengono fornite tutte le nozioni basilari necessarie per comprendere appieno come agire sulla scena di un infortunio.

Queste nozioni comprendono informazioni sull’anatomia e la fisiologia degli apparati cardiovascolare e respiratorio, l’accertamento delle condizioni di salute della persona vittima di infortunio, la rianimazione cardiopolmonare, il tamponamento emorragico, il sollevamento e lo spostamento della persona traumatizzata, le tecniche per il primo soccorso in caso di esposizione dell’infortunato a sostanze chimiche e biologiche ed infine la comunicazione con il sistema di soccorso.

Al termine del corso, ad ogni partecipante che abbia superato con successo il test e abbia avuto una percentuale di presenze pari o superiore al 90%, viene consegnato l’Attestato primo soccorso, valido su tutto il territorio nazionale.

I corsi sono garantiti da personale medico specializzato e competente nel settore della sicurezza sul lavoro. Oltre ai corsi di primo soccorso è anche possibile prendere parte a dei corsi di aggiornamento, specie per le aziende del gruppo A, secondo quanto disposto dal Decreto Legislativo 81/08 art. 37.

Per maggiori informazioni sul percorso formativo relativo al corso di primo soccorso, potrete prendere degli spunti indicativi dalla pagina: Studiohs.it/corsi_sicurezza_lavoro/corso_primo_soccorso.asp.