Canarie Consulting: per non avere pensieri

Trasferirsi all’estero non deve essere un salto nel buio, ma una scelta che va accuratamente pianificata.

Se è necessario delocalizzare la propria azienda verso un paese che adotta un regime fiscale particolarmente vantaggioso, è praticamente impossibile sbrigare le pratiche di trasferimento da soli.

Chi si orienta verso le Isole Canarie, territorio di competenza spagnola a fiscalità agevolata, potrà trovare un partner di sicura affidabilità attraverso il SERVIZIO offerto da www.canarieconsulting.com.

Dalla consulenza per i lavoratori autonomi e lo società, fino al ramo degli investimenti e delle questioni di diritto in ambito amministrativo ed assicurativo, Canarie Consulting è in grado di fornirvi tutta l’assistenza di cui avete bisogno.

Il servizio di consulenza via Skype, solo per fare un esempio, permette a chiunque ne abbia la necessità di prenotare un consulto con un investimento iniziale davvero ridicolo.

Piuttosto che consultare blog e siti web di dubbia reputazione, è preferibile optare per un servizio di questo genere, dove avrete un professionista che risiede in loco ed inoltre fa parte di uno studio specializzato in grado di darvi qualsiasi risposta in ordine a questioni di tipo fiscale o legali.

Spesso è sufficiente una chiacchierata di un’ora con un soggetto competente ed asseverato sul posto per fugare dubbi ed incertezze.

Le cronache abbondano di storie disastrose di persone che si sono avventurate da sole nei meandri della burocrazia di paesi stranieri senza sapere come muoversi e cadendo vittime di truffe e raggiri.

 

L’estero rimane una meta ambita

 

commercialisti italiani a tenerifeLa crisi che intrappola ormai da anni il nostro paese unita ad una fiscalità davvero opprimente per chiunque voglia fare impresa porta molte persone a guardare all’estero come ad una sorta di eden dove tutto è possibile.

In realtà il nostro è stato sempre un paese di emigranti.

Dai grandi flussi dei primi anni del ‘900 ad oggi sono cambiate molte cose, specie i numeri, ma tuttavia ancora molte persone si gettano all’avventura senza alcuna consapevolezza del paese dove si stanno recando.

Basta pensare allo scoglio linguistico per tornare saldamente con i piedi per terra.

La necessità della mediazione di un terzo non è consigliabile, ma assolutamente necessaria.

 

Imparare da chi è già emigrato e vive stabilmente nel paese

 

A parte le storie edulcorate che vengono riprodotte su forum o siti poco seri, piuttosto che le cronache di successi folgoranti, la maggior parte delle persone reali che è emigrata per lavorare in paesi stranieri, ci tiene molto a raccontare che è stato necessario un iniziale instradamento da parte di un soggetto terzo per la risoluzione delle vicende anche più banali, come l’ottenimento del codice fiscale piuttosto che una pratica di residenza o il controllo sulla redazione di un contratto di affitto.

Iniziare bene, affidandosi a consulenti seri e recensiti, aiuta ad ottenere velocemente la documentazione necessaria per vivere in un determinato paese oltre che a venire a conoscenza di eventuali agevolazioni che possono essere presenti in determinati settori.

Si è davanti al classico caso che chi più spende alla fine meno spende. Talvolta il trovare lavoro è proprio l’aspetto meno complesso del vivere all’estero.

 

Le immagini e le informazioni presenti in questo articolo sono state prese dal sito canarieconsulting.com