Cetara: un gioiello della Costiera Amalfitana

Cetara è un villaggio di pescatori, situatoai piedi del Monte Falerzio, in parte rigoglioso e verdeggiante di agrumi, in parte selvaggio e incontaminato. La strada che da Vietri sul Mare prosegue tortuosamente fino alla fine del Fuenti, attraversa la valle dell’Albore e poi va dritta fino a raggiungere il bacino antico ed affascinante di Cetara. Il nome Cetara deriva da cetari, identificando i grossi pesci protagonisti della tonnara.

La pittoresca architettura bianca, insieme con la splendida spiaggia appartata rendono Cetara uno dei gioielli della  Costiera Amalfitana. Tra le piccole case cubiche, sorge la chiesa di San Pietro con una cupola vetrata e il notevole campanile duecentesco.

Tra le tante tradizioni, Cetara è famosa per la produzione locale di ‘colatura di alici’, cioè lo sgocciolamento di acciughe sotto sale. Quando il pesce viene catturato, i pescatori lo gettano in botti di legno, alternando strati di pesce con manciate di sale. Poi il pesce viene spremuto da un coperchio di legno appesantito con delle pietre. A dicembre, le acciughe saranno pronte, divenendo un ottimo condimenti da utilizzare con gli spaghetti.

E se siete appassionati di arte e letteratura e vi trovate a Cetara, sappiate che 15 magnifici autori saranno i protagonisti dei salotti letterari della 6a edizione di ..incostieraamalfitana.it. – Festa del Libro in Mediterraneo, che si terrà fino al 15 luglio. Un’iniziativa che potrà certamente arricchire la vostra esperienza in questi incantevoli luoghi, permettendovi di integrare le bellezze locali paesaggistiche con un tuffo nella cultura letteraria locale.

Un’altra straordinaria perla dell’infinita Costiera Amalfitana, luogo che ogni anno riesce ad attrarre importanti flussi turistici con i suoi innumerevoli punti di interesse.