Turismo sportivo: rafting in Val d’Aosta

Siete mai stati in Val d’Aosta? Non avete mai ammirato la bellezza e la potenza del fiume Dora Baltea? La lingua d’acqua nasce dalle candide nevi del Monte Bianco, ed è in assoluto uno dei corsi d’acqua più apprezzati per quanto riguarda il rafting in Italia, tanto da essersi meritato il titolo di Colorado d’Europa.

I numerosi centri della zona hanno solitamente una base di partenza sulle rive del fiume, nella parte sud della regione, compresa tra Chatillon e Aosta, e seguono percorsi a tappe di varie difficoltà. Le opzioni vanno dalle escursioni di due ore per principianti e famiglie fino al percorso per esperti, di circa 30 km, che viene coperto solitamente in cinque ore.

Allora, che ne dite: siete dei veri sportivi pronti a raccogliere la sfida? Allora prendete nota e iniziate a prenotare la camera di albergo. Ottima la Maison Tissiere Hotel, una struttura dotata di 14 stanze ricavate in una antica casa di campagna vecchia di oltre 300 anni.

E se vi viene fame e avete voglia di gustare i prodotti tipici, potete seguire la “Strada dei vini”. Partendo dal monte Bianco è possibile seguire uno dei 5 itinerari della Route des Vins, per degustare vini e prodotti tipici.

E per partecipare ad una avventura di rafting estremo o più leggero da condividere con l’intera famiglia sulla Dora Baltea? Potete accedere al sito http://www.raftingadventure.com/ e controllare l’itinerario da seguire e gli orari di partenza, oltre che prenotare direttamente la vostra avventura. Il prezzo è di 25 euro a persona e gli itinerari di base sono 4.