Un percorso culturale nel Salento tra castelli e fortificazioni

OtrantoIl Salento è una parte della regione Puglia (http://www.pugliaonline.com/). Conosciuto anche come “tacco d’Italia”, per la conformazione particolare dell’area in cui si estende, è ricco di storia, cultura ed affascinanti percorsi turistici adatti a soddisfare ogni gusto ed interesse.

Per passare le vacanze sono moltissimi i Villaggi Salento ben attrezzati.

In questa breve guida vi proponiamo un itinerario storico-culturale che, divertendovi, vi farà scoprire tutto sul passato “guerriero” delle popolazioni locali. L’area geografica in cui la penisola salentina si estende è, infatti, ricchissima di antiche fortezze e castelli, perfettamente conservati ed integrati nell’ambiente naturale e cittadino circostante.

Siamo di fronte ad un territorio la cui conformazione obbligò in passato i suoi abitanti a costruire fortificazioni in modo da difendersi dagli attacchi esterni.

Duomo di Otranto

La cripta del Duomo di Otranto

Se volete avere un’esperienza turistica fuori dal comune potete visitare le più belle fortezze e i più affascinanti castelli del Salento, magari accompagnando il tutto con qualche fermata strategica per assaggiare le specialità eno-gastronomiche locali. Alcuni esempi sono i castelli di Otranto, Acaya, Castro, Copertino e Corigliano d’Otranto.

Il Castello di Otranto è inserito nella bellissima cornice offerta dalla cittadina da cui prende il nome. Una curiosità sulla fortezza: la sua atmosfera romantica e misteriosa ispirò il primo, vero romanzo gotico, intitolato appunto “Il castello di Otranto” e firmato da Horace Walpole.

Acaya è una cittadella fortificata situata in provincia di Lecce. Sulla cima di un’altura sorge il bellissimo e recentemente ristrutturato (2008) Castello di Acaya, che vale di certo una visita, se non altro per la splendida vista che si può godere dalla cima.

A Castro, oltre alla mirabile fortezza omonima, c’è molto altro da vedere. Per gli amanti delle bellezze naturali, consigliamo una visita alle Grotte Zinzulusa e Romanelli, oltre al Bosco dello Scarra.

Infine vale la pena recarsi nei piccoli centri di Copertino e Corigliano d’Otranto. Il castello di Copertino ha una caratteristica struttura a stella, tipica delle fortezze costruite nel XVI secolo. L’edificio originario, però, verrebbe fatto risalire dagli esperti addirittura ad epoca normanna.

Il castello di Corigliano d’Otranto, detto anche “Castello de’ Monti”, dal nome di una nota famiglia della zona, è stato definito “il più bel monumento di architettura militare e feudale del principio del Cinquecento in Terra d’Otranto”.