Cos’è il memory foam e a cosa serve

Cos’è il memory foam e a cosa serve

Il memory, letteralmente schiuma a effetto memoria, è una densa schiuma poliuretanica con in aggiunta delle sostanze che ne modificano la densità. Più precisamente è composto da isocianato, poliolo e acqua, con aggiunta di additivi, ad esempio tensiotattivi, che creano la schiuma espansa che conosciamo.
Il memory non è pericoloso perché non viene prodotto utilizzando materie tossiche per l’ambiente o per l’uomo.
Nel processo produttivo, poi, la schiuma, è fatta solidificare in blocchi e i seguito viene tagliata in stampi che possono essere materassi o cuscini.
Il materiale ottenuto è molto resistente e flessibile.
Questo materiale nasce a fine anni ’60 in seguito di un progetto Nasa volto a rendere più comode le sedute degli Shuttle per gli astronauti durante le fasi di lancio.
Dai primi anni ’90 si iniziarono a produrre materassi in memory foam, a prezzi indubbiamente elevati in quanto erano ritenuti prodotti di nicchia.
Ovviamente, col passare del tempo e con la moltiplicazione dell’offerta, i costi si sono molto ridotti diventando il materiale più scelto per materassi e cuscini dagli italiani.
Il memory ha una struttura molto intelligente perché si auto-modella sulla forma e sul peso dell’utilizzatore. Al cambio di movimento, e quindi di pressione, il memory reagisce memorizzando la nuova posizione adattandosi automaticamente.

Il memory foam è un materiale pericoloso?

Ovviamente non si tratta di una sostanza naturale, ma il memory è assolutamente garantito in Oeko-Tex, certificazione che garantisce l’assenza di materie tossiche o cancerogene per l’uomo.
Capita di leggere che il memory foam sia cancerogeno, si tratta di una bufala in quanto le materie di produzione sono perfettamente controllate, ovviamente è consigliabile scegliere prodotti made in Italy.

Lattice o memory?

Annosa domanda.
Il lattice è una sostanza naturale, viene estratto dalle piante e con esso si creano cuscini e materassi molto confortevoli. È anallergico, elastico, traspirante e anatomico.
Il memory foam in più è indeformabile, infatti il materiale torna sempre alla sua forma originaria adattandosi a qualsiasi peso.
Pertanto la scelta è molto soggettiva; ad esempio il lattice è ideale per chi cerca un prodotto naturale; il memory per chi vuole un prodotto più duraturo e completamente anatomico.
Il memory foam è caratterizzato dalla completa assenza di resilienza, cioè non reagisce al peso ma si modella adattandosi totalmente al carico che lo comprime.

Opinioni, vantaggi e svantaggi del memory foam

Basta cercare un po’ in rete per rendersi conto che le opinioni sono tutte positive in quanto si tratta di un materiale viscoelastico che reagisce al peso in modo anticonvenzionale, adattandosi senza deformarsi.
Inoltre il memory reagisce anche al calore, si tratta di un materiale termosensibile, cioè risponde alla temperatura corporea, quindi, quando si scalda, la schiuma si ammorbidisce seguendo ancora meglio la forma e la linea del corpo.
Questo significa che materasso e cuscino si adatteranno in maniera diversa in base al peso delle parti del corpo dando un sostegno differente a ogni parte. Così la schiena sarà adagiata in una posizione perfettamente ergonomica e ciò vi garantirà un sonno veramente ristoratore, grazie alla posizione naturale degli arti e del collo.
Per quanto riguarda gli svantaggi, il problema più comune è il calore che il materiale potrebbe accumulare, alcuni infatti lamentano un eccessivo calore soprattutto d’estate, probabilmente si tratta di una sensazione in quanto il memory è molto avvolgente, tuttavia è, appunto, solo una sensazione poiché basta scegliere materiali certificati per avere la certezza che le materie prime utilizzate non accumulino calore.
Un altro svantaggio, per alcuni, può essere l’eccessiva morbidezza, infatti il retaggio del materasso ortopedico duro è ancora difficile da eliminare.
In realtà la morbidezza è solo una assoluta ergonomia, cioè un adattamento perfetto alla forma naturale del corpo.

Come riconoscere un buon memory foam?

Per riconoscere un prodotto fatto con buon materiale bisogna guardare prima di tutto lo spessore, non deve essere inferiore a 20 centimetri, meglio se raggiunge i 25, infatti un’altezza maggiore indica un maggior numero di strati di memory utilizzati. In questo modo le performance saranno migliori in termini di comfort e durata.