Come Diventare Demolitore di Auto

Come Diventare Demolitore di Auto

L’autodemolizione è un’officina o un centro che provvede alla raccolta e quindi al ritiro di auto, camion, moto e furgoni, sia di privati che di aziende. Prima della rottamazione provvede al recupero dei pezzi del veicolo ancora in buone condizioni, che andrà successivamente a rivendere come pezzi di ricambio.

 

Come Aprire l’Attività

Se il tuo desiderio è quello di aprire un’attività come demolitore di auto, la prima cosa da fare sarà quella di cercare un posto che abbia abbastanza spazio all’esterno, in modo da poter ospitare il maggior numero di auto possibile.

Il più grande investimento iniziale sarà per l’appunto questo in quanto oltre alla struttura, dovrai acquistare tutti gli strumenti necessari allo svolgimento della tua attività, come carroattrezzi e compattatrice, ma soprattutto dovrai rispettare le norme vigenti.

Sarà necessario per esempio costruire capannoni e aree di stoccaggio che serviranno per lo smistamento dei veicoli che vi verranno consegnati e che dovranno essere privati dei pezzi ancora in buono stato e successivamente demoliti.

Ma ancora il terreno nella quale svolgerete la vostra attività di sfasciacarrozze dovrà essere cementato e le acque reflue e piovane dovranno essere depurate, sarà perciò necessario provvedere all’installazione di un impianto di depurazione qualora non fosse già esistente.

Se la tua demolizione avrà anche un’officina potrebbe essere indispensabile gestire le schede intervento. In tuo aiuto, in tal caso, potresti utilizzare un apposito software dedicato come Spider (trovi maggiori informazioni qui).

 

La Parte Burocratica

La parte burocratica è piuttosto complessa ma seguendo tutte le indicazioni sarà possibile arrivare fino in fondo, al vostro obbiettivo.

Prima di cominciare dovrete acquistare tutta l’attrezzatura idonea per lo svolgimento dell’attività. Per l’iscrizione al CCIAA, ovvero l’Albo Gestori Ambientali, l’acquisto anticipato dell’attrezzatura è un requisito fondamentale affinché la vostra richiesta vada a buon fine.

Dopo di che dovrete richiedere l’autorizzazione per il deposito delle carcasse degli automezzi che viene rilasciato dagli uffici della Provincia e del Comune.

Ma non è ancora finita qui, vi servirà la dichiarazione di inizio attività produttiva, la DIAP, per la vendita al dettaglio.

Infine dovrai aprire la Partita Iva come ditta individuale o come società e compilare l’autocertificazione del possesso dei requisiti morali per lo svolgimento della professione per la vendita al dettaglio, presso il CCIA.

Sembra complicato, ma rivolgendosi alla Confederazione Autodemolitori Riuniti (CAR), avrai tutte le informazioni in merito e sapranno fornirti tutti i dettagli per riuscire ad ottenere tutta la documentazione necessaria.

 

Quanto Guadagna un Demolitore di Auto?

Il compenso è certamente superiore alla media. Basti pensare che per la demolizione di un’auto è necessario spendere all’incirca 100 euro, 30 dei quali serviranno per la cancellazione del veicolo dal Pra, ovvero il Pubblico Registro Automobilistico.

Il guadagno medio, al netto, si aggira intorno ai 4 mila euro, ma a questi si dovranno poi aggiungere anche i guadagni che si andranno ad intascare dalla vendita dei pezzi di ricambi.

Ricorda inoltre che per la vendita dei ricambi, oggi vi è una grande possibilità di vendita grazie all’uso di internet. Grazie alla vendita online sarà molto più semplice cercare acquirenti per i pezzi di ricambio e se i prezzi saranno onesti sarà semplice creare la tua cerchia di clienti online grazie anche al passaparola.

Se ti stai chiedendo se realmente valga la pena intraprendere questa attività, vedrai da solo che si tratta di un lavoro abbastanza redditizio e che se svolto con passione, come tutti i lavori, ti porterà sicuramente al successo in questo campo.