Gioielli Bulgari: le collezioni più celebri

Gioielli Bulgari: le collezioni più celebri

Quando parliamo di alta gioielleria internazionale non possiamo che menzionare Bulgari, una delle maison orafe più celebri nel settore che da decenni danno lustro al mondo dei gioielli. Orologi, fedi nuziali e gioielli sopra le righe o anche semplicemente eleganti, sono tutti termini che fanno capo al catalogo di creazioni Bulgari, uno dei marchi che da sempre tiene alta la bandiera del made in Italy nel mondo.

Alcune delle collezioni Bulgari sono diventate iconiche all’interno del mondo della gioiellerie quanto della moda, ed il tempo per loro sembra non essersi fermato. La gioielleria Szulin, una delle gioiellerie di Udine più rinomate, ci porterà in viaggio tra le creazioni bulgari più affascinanti.

Monete romane: la numismatica firmata Bulgari

In epoca romana le monete speso decoravano collane, ciondoli e bracciali. Non c’è da stupirsi quindi che Nicola Bulgari, grazie anche alla sua passione per la numismatica abbia deciso di farne una collezione di gioielli a partire dagli anni ’60. Un’idea originale, che nei fatti ha fuso alta gioielleria e monete romane creando un perfetto mix tra eleganza e storia antica. Una collezione che fu subito molto apprezzata dal pubblico. Le monete Bulgari, sul retro del castone, una didascalia in italiano riportante l’imperatore raffigurate, la durata del suo impero ed il tipo di moneta.

Gli orologi ispirati da Roma

La storia della produzione degli orologi Bulgari nasce un po’ per caso. Nel 1975 il brand realizzò una edizione limitata di soli 100 esemplari con cui omaggiare i suoi migliori clienti. La creazione si chiamava “Bulgari Roma” ed era palesemente ispirata alla città eterna. L’iniziativa ebbe così tanto successo, che nel 1977 esordì il modello Bulgari Bulgari, che in poco tempo diventò irrinunciabile tra gli amanti dell’orologeria.

Non ci fu nemmeno bisogno di una vera e propria campagna pubblicitaria, bastò il passaparola per decretare vendite da capogiro. Il design come accennato sopra, si ispira all’architettura dell’antica Roma: la cassa cilindrica che ricorda le imponenti colonne dei templi, ed il doppio logo che richiama le antiche monete romane.

La simbologia del serpente

Se c’è un animale che racchiude in sè numerosi significati simbolici nelle più svariate culture quello è sicuramente il serpente. Incarna il peccato, la vitalità, la rinascita, l’immortalità, la saggezza e la rinascita. Durante il XXI il serpente con le sue spire sinuose ha ispirato il design di numeri gioielli come l’ammaliante bracciale-orologio, ma anche numerose altre creazione in cui il simbolo del serpente è stato declinato secondo vari stili e con svariati materiale.

Bulgari utilizzò il tema del serpente a partire dagli anni 40, declinato soprattutto grazie alla classica eleganza dell’oro giallo e grazie alla tecnologia del Tubogas, perfetta per aderire sinuosamente a polsi e braccia, proprio come le spire di un serpente. Negli anni 70 vennero introdotte ulteriori novità come le scaglie del serpente finemente smaltate.

Le Parentesi: la collezione più versatile.

Grazie al boom economico degli anni 80, il numero di donne in carriera alle ricerca di gioielli capaci di garantirgli un look impeccabile da mattina a sera, crebbe notevolmente. È così che videro la luce le parentesi, gioielli altamente versatili pensati per le donne manager desiderose di un gioiello adatto ad ogni occasione. Le Parentesi sono il primo riuscitissimo, esperimento di gioielleria modulare di Bulgari, anche queste ancora una volta ispirate dall’antica architettura romana.

Il Fiore: il gioiello che mixa natura ed eleganza

Nelle sue collezioni Bulgari ha sempre riservato un ruolo di riguardo ai dettagli della natura. Ne è un esempio la collezione Fiori, un affascinante mix di natura ed eleganza. Caratterizzati da colori brillanti e da decorazioni floreali, i fiori Bulgari incastonano magnificamente lo splendore dei diamanti e di altre pietre preziose.

2 pensieri su “Gioielli Bulgari: le collezioni più celebri

I commenti sono chiusi.