Trattamenti PVD per maniglie: qualità e design per gli interni

Trattamenti PVD per maniglie: qualità e design per gli interni

I trattamenti PVD sono l’ideale per regalare qualità e design agli interni. Questa tecnologia innovativa infatti consente di ottenere funzionalità e bellezza in un solo trattamento e con risultati eccezionali.

Trattamenti PVD, cosa sono

I rivestimenti in PVD (Physical Vapour Deposition) sono dei riporti metallici superficiali che hanno una forma di film sottile con degli spessori che vanno da pochissimi decimi di micron sino a valori più importanti a seconda delle esigenze. Vengono depositati tramite tecnologie innovative e donano un effetto stupefacente.

Inizialmente nati come applicazione nel campo bellico, i trattamenti PVD ben presto hanno ottenuto un grande successo trovando riscontro in tantissimi settori come valida alternativa alle tecniche tradizionali e comuni di finitura delle superfici. Hanno consentito inoltre di risolvere numerose problematiche, aumentando la qualità e le caratteristiche tecniche.

Trattamenti PVD, come funzionano

Si parte da vari tipi di substrato, ossia dal materiale che compone l’oggetto da rivestire. Può trattarsi di ottone, zama oppure alluminio, acciaio, titanio, plastica, ceramica o fibra di carbonio. Vengono poi depositati svariati materiali come zirconio (Zr); titanio (Ti); cromo (Cr); titanio-alluminio (TiAl); alluminio-titanio (AlTi); alluminio-cromo (AlCr), miscelati con gas tecnici come Ossigeno (O2,), azoto (N), Acetilene (C2H2,) e Metano (CH4).

Trattamenti PVD per maniglie

Fra le applicazioni migliori troviamo PVD Technologies, trattamenti in PVD su maniglie. Con questa tecnologia infatti si possono rivestire maniglie e accessori per finestre, porte e qualsiasi sistema di apertura per ambienti sia interni che esterni.

I trattamenti PVD per maniglie garantiscono resistenza alla corrosione e all’ossidazione, stabilità del colore e uno stile inconfondibile. Gli strati permettono di fornire una barriera di protezione dai graffi e dall’azione degli agenti atmosferici. Sono indicati per edifici pubblici e con un’alta frequentazione in cui il passaggio continuo delle persone può mettere a rischio la bellezza dei rivestimenti.

Il rilascio del sudore acido da parte della pelle infatti innesca processi che alterano le superfici. I prodotti tradizionali cromati e verniciati non riescono a fermare questa condizione, i trattamenti PVD sì! 

I vantaggi sono molti, soprattutto con PVD Technologies. La lavorazione delle maniglie viene seguita in ogni aspetto in modo minuzioso e senza tralasciare nessun dettaglio. Si possono effettuare personalizzazioni ad hoc in base alle esigenze, mentre la finitura in PVD è resistente e duratura nel tempo con una fortissima resistenza ai graffi.

“Siamo in grado di garantire le stesse finiture – spiegano -anche a componenti per serrature e serramenti, maniglioni, battenti e articoli da ferramenta in genere in modo da permetterne il corretto assemblaggio senza scostamenti di tonalità. La pulizia periodica di una maniglia con una finitura in PVD può essere eseguita semplicemente con un panno morbido inumidito con acqua, senza ricorrere a detergenti particolarmente aggressivi”.

Trattamenti PVD per maniglie, i vantaggi

I vantaggi dei trattamenti PVD per maniglie sono molti. Per prima cosa si tratta di una tecnologia priva di qualsiasi impatto ambientale. Nelle fasi di lavorazione infatti non vengono rilasciati nell’atmosfera materiali di nessun tipo. I rivestimenti sono atossici e anallergici, inoltre non comportano la migrazione di sostanze che sono irritanti o dannose per la salute.

Le caratteristiche finali sono ottime:

  • Una elevata durezza superficiale > 1.800 HV (con la cromatura tradizionale max 800HV).
  • Un’alta resistenza sia ai graffi che alla corrosione.
  • Una inattaccabilità rispetto ai prodotti acidi per l’uso domestico e industriale.

“Nel 2006 – raccontano gli esperti di PVD Technologies – abbiamo deciso di metterci in gioco unendo le esperienze lavorative intraprese fino a quel momento per metterle a disposizione di chi era alla ricerca di un servizio più personalizzato nel mercato delle finiture delle superfici che fino a quel momento non c’era”.