Parlare in pubblico: come farlo con sicurezza

Parlare in pubblico: come farlo con sicurezza

Parlare in pubblico non piace a tutti. Anzi, per molti si tratta di un vero e proprio incubo. Tuttavia, prima o poi, all’interno della propria vita professionale o accademica, capita di dover compiere proprio questa grande azione.

Vogliamo essere onesti e dire che non si impara a parlare in pubblico da un giorno all’altro. Infatti, saper essere convincenti e sicuri di fronte ad un uditorio è considerato una vera arte. Non per nulla gli antichi parlavano di ars oratoria. A questo proposito, ricordiamo chi fu uno dei più noti oratori dell’antichità: il famoso Cicerone. Le sue orazioni sono oggi leggibili e si trovano tradotte in numerosi testi.

In questo articolo, vedremo come è possibile parlare in pubblico senza commettere errori. Per farlo, ci avvarremo di alcuni suggerimenti forniti dai migliori uomini d’affari. Questi personaggi hanno fatto della loro parlantina una risorsa per il loro business e, al termine dell’articolo, potrete farlo anche voi! Iniziamo!

Come parlare in pubblico: consigli

Ci sono persone che, alla sola idea di dover parlare in pubblico, si chiudono in una toilette. Ciò può essere determinato dall’ansia e dal panico che li assale di fronte ad un palco e ad un microfono. In alcuni casi specifici, comunque, queste sensazioni vanno oltre alla semplice e normale adrenalina e configurano la presenza di una vera fobia. In questa circostanza, si parla di glossofobia. Per vincere la glossofobia occorre rivolgersi ad un esperto in psicologia.

In tutti i casi che non rientrano nella fobia, invece, per parlare in pubblico, occorre seguire i nostri consigli. Ne forniamo un elenco:

  1. Conoscere il pubblico. Se conosciamo il pubblico, conosciamo i suoi gusti e sappiamo come attirare la sua attenzione. Sapere di avere argomenti convincenti ed interessanti, aiuta qualsiasi oratore a parlare con maggiore sicurezza.
  2. Esercitarsi. L’esercizio è di fondamentale importanza per eccellere in qualsiasi ambito. Provare un discorso o una presentazione più volte, magari davanti ad uno specchio o ad alcuni amici, permette di acquisire maggior padronanza del testo del discorso. Questo aiuta a rendere fluida l’esposizione.
  3. Testare le apparecchiature. Prima di iniziare il discorso, è bene controllare che tutti i supporti informatici facciano il loro dovere. Non c’è nulla di più imbarazzante per un oratore che avere il microfono rotto o lo schermo non funzionante. Ciò è molto imbarazzante e non aiuta a parlare tranquillamente.
  4. Conoscere l’ambiente. Un ambiente sconosciuto intimidisce, pertanto, provate ad esplorarlo prima di iniziare a parlare: vi sentirete a casa.

Cosa non fare per parlare in pubblico

Abbiamo visto alcuni consigli da mettere in partica quando occorre parlare in pubblico; ora, vediamo, invece, quali sono i comportamenti da evitare nel modo più categorico.

  1. Abbassare la testa. Oratori con la testa abbassata e il mento premuto sul collo rendono difficile la comprensione di quanto dicono e annoiano il pubblico. Quindi tenete la testa alta, sempre.
  2. Parlare velocemente. Il pubblico, probabilmente, non ha la vostra stessa familiarità con l’argomento trattato, perciò gli occorre del tempo per assimilare quanto dite. Se andate di fretta, non avrà questo tempo e, dopo pochi minuti, inizierà a manifestare il suo malcontento distraendosi. E, vi assicuriamo, parlare davanti ad un pubblico che gioca con il cellulare e vi ignora è molto umiliante.
  3. Camminare avanti e indietro sul palco. Sappiamo che i migliori oratori stanno fermi solo di rado. Di solito, passeggiare con grazia e calma sul palco permette di fornire un’immagine di stabilità e professionalità. Tuttavia, per farlo, occorre essere già esperti oratori. Il rischio altrimenti è quello di assomigliare a criceti su una ruota. L’agitazione potrebbe, infatti, farvi accelerare la camminata più del previsto. Dunque, se non siete già oratori collaudati, lasciate perdere le passeggiate.