Come superare lo stress da rientro al lavoro

E’ passato poco tempo dalla fine delle tanto sospirate vacanze estive, ma, per alcuni di noi, sembra che sia passata un’eternità e il rientro a tutte le mansioni quotidiane – siano esse lavorative o scolastiche – è più stressante di quando le abbiamo lasciate per goderci un meritato riposo.
Può sembrare un luogo comune o una sensazione che speriamo passerà presto, ma il malessere legato al rientro a lavoro può rivelarsi molto stressante per il nostro benessere psicofisico se non viene preso nella giusta considerazione e affrontato con gli strumenti più adatti. Basti pensare che questo malessere rappresenta una vera e propria forma di stress per il cervello che mette il nostro organismo in una condizione di allarme quando ci rendiamo conto di dover passare in brevissimo tempo da una condizione di riposo e di mente relativamente libera a una situazione fatta di impegni, scadenze, carichi lavorativi, traffico e incombenze di ogni genere. Ecco allora che compaiono veri e propri sintomi collegati a questo malessere come stati d’ansia, irritabilità, spossatezza prolungata, difficoltà di concentrazione e sbalzi di umore improvvisi, tutti disagi che non ci permettono di affrontare serenamente il rientro a lavoro e che influenzano negativamente anche il rapporto con le persone che ci circondano. Per non lasciarsi sopraffare dallo stress conseguente al ritorno dalle vacanze non è necessario ricorrere a farmaci o a terapie che possono solo amplificare il problema e rivelarsi addirittura dannosi per la nostra salute, ma sarebbe opportuno mettere in atto alcuni semplici accorgimenti che, con calma e pazienza, ci riporteranno ad uno stato d’animo privo di stress e, perfino, propositivo e stimolante.

Vediamo insieme quali sono alcuni di questi accorgimenti che, se messi in pratica, ci permetteranno di superare nel migliore dei modi lo stress da rientro al lavoro.

• Cerchiamo di non rientrare dalle vacanze all’ultimo minuto, magari la sera prima di riprendere i ritmi frenetici dell’ufficio. Ecco, questa è una condizione in cui l’aumento di stress sarebbe garantito… Se possibile, rientriamo almeno un paio di giorni prima in modo da permettere al nostro organismo di ambientarsi nuovamente agli spazi che lo circondano e al nostro cervello di prendere gradualmente confidenza con i ritmi che lo attendono.

• Ugualmente, non sottoponiamo il nostro organismo allo stress dato dal passaggio repentino da un sonno che durava molte ore ad un riposo che dura al massimo sei/sette ore, perché così siamo costretti dai ritmi lavorativi. Abituiamoci gradualmente a dormire un pò di meno e sfruttiamo al massimo quelle ore di riposo con un sonno realmente ristoratore, privo di disturbi esterni e rumori fastidiosi: questo vuol dire che, prima di addormentarci, è bene spegnere la televisione, lasciare nell’altra stanza cellulare e tablet e lasciarsi andare ad un sonno ristoratore che potrebbe essere al massimo accompagnato da un rilassante brucia essenze che diffonde in camera un rigenerante profumo.

• Dopo le deroghe alla dieta che ci siamo concessi durante le vacanze, una volta rientrati in città cerchiamo di riportare il nostro organismo – senza stacchi drastici e repentini – ad un’alimentazione più corretta ed equilibrata, ricca di quegli alimenti che con le loro proprietà nutritive possono aiutarci riacquistare buon umore e voglia di fare.

• Per lo stesso motivo, se durante le vacanze siamo stati pigri per quanto riguarda l’attività fisica, ricominciamo a muoverci gradualmente per stimolare le endorfine portatrici di buonumore, e permettere allo sport di svolgere una delle sue funzioni principali e più gradite in questo momento, la riduzione dello stress. Senza parlare del fatto che una sana e costante attività fisica ci permette non solo di mantenerci in forma ma anche di riposare meglio.

• Accanto all’attività fisica, per riportare il nostro corpo ad uno stato di decompressione totale e di relax necessario prima di affrontare nuove sfide, potremmo associare un massaggio rigenerante fatto da mani esperte che possono rilassare muscoli già in tensione.

• Fino a quando ci saranno belle giornate assolate, organizziamo gite fuori porta per avere ancora la sensazione di essere in vacanza oppure, se non possiamo allontanarci dalla città, approfittiamone per consumare la pausa pranzo all’aperto e in compagnia per godere degli effetti benefici del sole su tutto il nostro organismo e ritagliarci momenti rilassanti fuori dalla routine dell’ufficio.

Regaliamoci dei momenti di relax e di spensieratezza insieme al nostro partner e ai nostri amici, ad esempio una serata in allegria sorseggiando un gustoso aperitivo e ascoltando buona musica. Questo stimolerà i ricettori del benessere del nostro organismo e ci permetterà di ricaricare letteralmente le batterie facendo il pieno di allegria e contatti umani benefici.