Rubinetti per bagno: come scegliere i ricambi perfetti per il bagno

Rubinetti per bagno: come scegliere i ricambi perfetti per il bagno

Il bagno è considerato da tutti il luogo più sacro della casa, la stanza dove possiamo rifugiarci per un nostro momento di intimità.

Ecco, quindi, perché è importante prendersene cura e arredarlo al meglio: affinché ciò accada vi è bisogno di una costante e attenta pulizia sanitari e della rubinetteria in modo che mantengano il loro splendore negli anni e continuino a garantire il loro corretto funzionamento.

Tuttavia, può capitare che un rubinetto inizi a gocciolare e prima che la situazione precipiti, bisogna ricorrere subito ai ripari provvedendo ad effettuarne la sostituzione.

Trovare però i giusti ricambi per rubinetti potrebbe non essere così semplice, soprattutto per chi non ha un minimo di conoscenza di questi articoli; ecco perché è fondamentale affidarsi a professioni come Barbetta ricambi bagno, specialisti del mondo della rubinetteria, che sanno essere al fianco di ogni famiglia nell’aiutare a reperire i giusti ricambi per rubinetti, il materiale di termoidraulica necessario in una casa ma anche fornire, in tempi rapidi e certi, i migliori marchi di rubinetteria e sanitari per arredare o rinnovare al meglio la casa.

Riparare un rubinetto che perde è facile solo con i giusti ricambi per rubinetti

Se pensi che riparare un rubinetto che perde sia difficile, ti stai sbagliando di grosso.

La riparazione di rubinetto è una di quelle attività facili e di base che ogni proprietario di casa dovrebbe saper fare.

Innanzitutto bisogna crearsi una piccola cassetta degli attrezzi dove riunire strumenti utili per ricambi per rubinetti da avere sempre in casa.

Ecco quali sono:

  • chiave varie misure;
  • cacciaviti a testa piatta e a croce;
  • forbici;
  • cartuccia di ricambio e rondelle assortite.

Prima di iniziare qualsiasi lavoro di riparazione bisogna ricordarsi di chiudere l’acqua e di far scorrere i rubinetti per scaricare l’acqua e rilasciare la pressione nei tubi.

Inoltre, per evitare di perdere pezzi importanti, è preferibile inserire un pezzo di carta dentro il buco dello scarico e proteggere gli elementi cromati con un piccolo panno (dove appoggiare chiavi e cacciaviti) per evitare che si graffino.

In ultimo, non bisogna stringere eccessivamente una rondella o una valvola durante questo processo, perché questo potrebbe danneggiare o causare stress eccessivo sul giunto.

Come fermare un miscelatore che perde: quali sono i ricambi per rubinetti che servono

Se si nota una perdita di acqua dal miscelatore è probabile che l’anello di chiusura presente nella parte inferiore del beccuccio debba essere sostituito o debba essere cambiata la rondella del miscelatore.

Gli step da seguire per effettuare correttamente questo lavoro sono:

  • utilizzare una chiave inglese per allentare il dado che tiene fissato il rubinetto del lavandino,
  • usare un cacciavite per rimuovere la vite di fissaggio,
  • sollevare il beccuccio per accedere all’anello di gomma posto alla base del beccuccio,
  • usare un cacciavite a testa piatta per allentare l’anello e farlo scivolare via, o semplicemente taglialo via con un paio di forbici,
  • inserire l’anello di ricambio.

È importante riparare un rubinetto gocciolante perché oltre a poter peggiorare nel tempo, una perdita di acqua comporta un’enorme spreco di questo prezioso elemento oltre che di denaro; basti pensare che il versamento dal rubinetto comporta lo spreco di circa quattro litri al giorno: l’equivalente necessario per riempire una vasca da bagno.

Rinnovare il proprio bagno grazie a Barbetta Ricambi

Per dare nuova vita al proprio bagno basta poco; se si ha la possibilità, è preferibile sostituire i sanitari con modelli più moderni ed energeticamente più efficaci (ad esempio con le vaschetta di scarico acqua a due gradazioni di rilascio di acqua) e cambiare i normali termosifoni con scalda salviette di nuova generazione e a basso consumo.

Se, invece non si vuol cambiare totalmente il proprio bagno, si possono comunque effettuare dei piccoli lavoretti come la sostituzione del miscelatore del lavandino scegliendone uno che consumi meno e sia esteticamente più moderno o semplicemente cambiando il copri tazza del wc, tende e porta asciugamani.

Si potrebbe decidere di installare anche una o due piccole mensole e appoggiarci solo l’essenziale come, ad esempio, una candela profumata per ambiente, o prodotti per la cura del corpo: il minimalismo, quando si tratta di arredare il bagno è sempre la soluzione vincente.

Alle volte, infatti, per avere qualcosa di nuovo non è necessario intervenire in maniera drastica, ma bastano piccoli accorgimenti che possono fare la differenza.