Scooter incidentato: come capirne il valore e come comportarsi

Scooter incidentato: come capirne il valore e come comportarsi

In seguito ad un sinistro dovrai decidere come comportarti con il tuo scooter o la tua moto rotta o incidentata e prendere la decisione migliore senza farti condizionare dalla fretta e dalla frenesia del momento. Nel caso che il tuo scooter sia distrutto e sia diventato una semplice carcassa ingombrante, oltre al danno ci sarà anche la possibile beffa di dover chiamare a vostre spese un carro attrezzi che rimuova il veicolo incidentato.

Potrete però decidere di far valutare uno scooter incidentato su ritiromotoincidentate.com, cercando l’ultima spiaggia per riuscire a monetizzare qualcosa dal vostro veicolo prima di optare per un servizio di rottamazione.

Nel caso in cui il vostro scooter non sia completamente distrutto ed inutilizzabile, vediamo alcuni dei problemi più frequenti che si possono verificare in seguito ad un incidente. Alcuni problemi possono verificarsi anche a causa di usura e scarsa manutenzione e possono far sì che il vostro motociclo diventi inutilizzabile.

Il motore dello scooter si ferma a metà strada o non si avvia affatto

Di solito si possono verificare problemi durante l’avviamento a freddo di uno scooter. Ci possono essere vari motivi per questo. Il motivo più comune può essere che il motore non riceve abbastanza carburante per l’avvio ed il problema ci condurrà quindi al carburatore.

Una soluzione potrebbe essere quella di controllare il tubo del carburante. Se non ci sono problemi, allora ti consigliamo di dare un’occhiata alle candele, quali sono le loro condizioni, se fanno abbastanza scintille per far funzionare il motore. Se ancora non si avvia potresti avere un problema alla bobina o al motore che nella maggior parte dei casi avrà bisogno dell’assistenza di un meccanico.

Se ti fermi nel bel mezzo di una corsa, parcheggia lo scooter in un luogo sicuro, cerca il tubo del carburante, vedi se c’è qualche problema lì. Anche la qualità del carburante è importante qui. Se si guida uno scooter con cilindrata inferiore ad una velocità elevata e costante, il motore potrebbe surriscaldarsi e arrestarsi. Dalle un po’ di tempo per raffreddarsi e, se la tua moto ha un’accensione CDI, dovresti controllare se sta ricevendo la quantità sufficiente di corrente di cui ha bisogno.

Non si ottiene una buona risposta in accelerazione

Se non stai ottenendo una buona risposta dall’acceleratore, ci sono un paio di cose che puoi verificare. Ad esempio, la prima cosa sarà la messa a punto del carburatore insieme alla messa a punto del motore. Controllare il filtro dell’aria, il filtro del carburante e le candele. Se il problema persiste, è necessario controllare anche la qualità del carburante. Queste sono le cose principali che dovresti controllare prima.

Per rendere la tua osservazione più approfondita puoi anche controllare la scintilla o le bobine se stanno fornendo abbastanza scintille al momento giusto. Puoi anche controllare il cavo dell’accelerazione. Spesso ce ne dimentichiamo ma, con il passare del tempo, la ruggine inizia a formarsi all’interno del cavo poiché è incline a stare spesso all’aria aperta. Puoi anche verificare se i dischi della frizione sono ok o se necessitano di intervento.

Problemi elettrici

Questo è un problema comune per le moto poiché, essendo aperte e quindi più incline alla polvere e alla pioggia, potrebbero essere maggiormente soggette a problemi elettrici. Da una spia luminosa non funzionante all’arresto dell’intero motore, tutto può essere correlato a problemi elettrici.

Si prega di controllare che tutte le estremità siano adeguatamente nastrate dopo il taglio di un cavo e non dimenticare di controllare se le bobine funzionano correttamente o meno. Questo aspetto può avere un enorme impatto sulle prestazioni della tua moto, sulla risposta dell’acceleratore e sul chilometraggio.

Problemi al motore

Nel caso, dopo il sinistro, il tuo scooter abbia riportato problemi irreversibili al motore che non si mette in moto, l’unica soluzione è rivolgersi ad un servizio di ritiro dei motoveicoli o contattare direttamente il vostro rottamatore.