Gaming, quali sono gli hardware più importanti

Gaming, quali sono gli hardware più importanti

Un buon gamer che si rispetti deve avere un’attrezzatura adatta. Non può certamente sfidare gli altri giocatori con un handicap così importante. Sarebbe come andare in guerra con la spada mentre gli altri hanno la mitragliatrice. 

Certo, puoi pure vincere, ma si tratterebbe di un miracolo. O, comunque, vorrebbe dire che sei ‘troppo’ più bravo degli altri. Al fine di basarsi solo su questo, ti elenchiamo gli hardware più importanti che dovrebbe avere un buon gamer.

Ad esempio il monitor è una periferica importantissima per poter giocare ad una buona risoluzione, proprio per questo abbiamo scritto una guida ai migliori monitor da gaming per giocare al meglio, proprio per questo non lo tratteremo in questo articolo.

La tastiera

Come per tutti i dispositivi che menzioneremo, c’è una notevole differenza tra un prodotto ‘classico’, cioè quello che usiamo tutti i giorni, e quello adatto per i gamer. Innanzitutto, il consiglio che ti diamo è quello di propendere per una tastiera ‘completa’ al 100%, cioè con tutti i 104 tasti disponibili, compresi quelli numerici e direzionali.

Inoltre, non devi assolutamente sottovalutare la qualità dei tasti. Userai la tastiera tantissimo e, quindi, a meno che tu non voglia cambiarla dopo pochi mesi, dovrai propendere per un prodotto assolutamente di qualità.

Infine, occhio anche all’estetica. L’effetto illuminazione è molto bello da vedere e ti dà quel senso di immersione che ti garantisce una prestazione migliore.

Il mouse

Accuratezza, velocità, design, funzionalità, connessione. E la lista potrebbe essere più lunga. Sono semplicemente le qualità che dovrebbe avere un buon mouse da gaming.

Più è accurato nei movimenti al millimetro (e anche più piccolo!), più le tue giocate avranno un senso. Soprattutto se ti cimenterai in giochi di strategia. La velocità è importante perché spesso è una questione di attimi, di nanosecondi. Quante volte non hai colpito il tuo avversario perché hai sbagliato momento? Ecco, ciò non deve succedere.

Il design, invece, corrisponde all’uniformità con il resto della stanza. Nel senso che ogni gamer ha un proprio ambiente di riferimento, dei propri colori preferiti, una stanza in cui si sente a suo agio. E, quindi, tutto deve conciliare seguendo questo stile. Il discorso vale anche per il mouse.

Il mouse da gaming, oltre alle classiche funzionalità di base, può avercene di ulteriori. Più ne ha, più costa ma più è di qualità. La qualità delle tue prestazioni ne risentirà in positivo.

Infine, la connessione. Qui hai una scelta da fare: con i cavi o senza. Se propendi per la prima soluzione, sappi che la ricezione ‘schermo-mouse’ sarà più veloce ma ti ritroverai dei fili sparsi, perdendo un po’ di ‘purezza’, dal punto di vista estetico. 

Se, invece, punti alla seconda, teoricamente puoi spostare il mouse dove vuoi ma la ricezione sarà leggermente ritardata.

La sedia

Concludiamo questo approfondimento parlando della sedia. No, la classica sedia da ufficio non va bene. Non è congeniale. La sedia da gamer deve avere delle caratteristiche proprie. 

Qualche esempio? Non può prescindere dall’essere ergonomica, giusto per dirne una. Lo schienale, inoltre, deve essere rinforzato e personalizzabile. Trascorrerai tante ore seduto, non puoi certamente ammazzare la tua schiena. 

Ovviamente, come puoi immaginare, è importante che abbia anche le rotelle e includa la possibilità di spostarsi avanti o indietro con la posizione dell’anca.