Il 5 G: che cos’è e perché non occorre allarmarsi

In questi ultimi mesi si sente spesso parlare dell’introduzione della rete 5G in alcuni Paesi, tra i quali anche l’Italia si sta preparando a questa nuova rivoluzione della rete.

Attorno a questa nuova tecnologia, si stanno però diffondendo false notizie circa la sua funzione, tant’è che in molti erroneamente pensano che possa provocare gravi danni alla salute dell’uomo.

Ciò è legato ad una errata informazione alle quale si aggiunge, ormai troppo spesso, il parere di “presunti esperti” che dichiarano con assoluta certezza che il 5G possa addirittura essere un sistema creato dai governi per controllare la vita dell’uomo.

Abbiamo pertanto deciso di fare un po’ di chiarezza e di sfatare falsi miti e bufale gettando una luce sul vero scopo del 5G.

Cos’è il 5G

Si tratta di tecnologie di ultima generazione che verranno utilizzate non solo per gli smartphone ma anche per molteplici oggetti (elettrodomestici, semafori, lampioni, auto, orologi, e via dicendo).

Molti pensano erroneamente che si tratta di un’evoluzione della rete 4G, in realtà le caratteristiche sono completamente diverse così come le tecniche di trasmissione dati.

Con la nuova connessione mobile, non solo sarà possibile eseguire connessioni in modo contemporaneo, ma sarà possibile assistere ad un’alta velocità di trasmissione dati e tempi di risposta molto più ridotti.

Quando arriverà il 5G in Italia

In alcune città l’implementazione della nuova rete è stata già resa nota.

Ad esempio, Vodafone sta coprendo alcune città come Roma, Bologna, Torino, Napoli e Milano, la Tim invece, è già presente a San Remo, Torino, Bari, Genova e Matera.

Per quanto riguarda Wind Tre al momento la copertura è presente su Prato e Aquila.

Da quanto emerge da alcune fonti, anche Iliad si sta preparando ad offrire il suddetto servizio sul territorio italiano.

L’importanza della rete 5G: quali sono i vantaggi e gli svantaggi

Ora andiamo direttamente al nocciolo della questione, illustrando dapprima quali sono i vantaggi che si possono trarre.

Come accennato in precedenza, è possibile assistere ad una maggiore velocità di trasmissione dati, inoltre i tempi di risposta saranno alquanto ridotti e soprattutto si potranno gestire contemporaneamente un numero superiore di connessioni.

Un altro vantaggio che è doveroso menzionare è il risparmio energetico della batteria degli smartphone.

La rete 5G non lavora attraverso l’hardware del telefono ma mediante un sistema di antenne, quindi questo vuol dire in altri termini, che la batteria dei device avrà una durata maggiore.

Per quanto riguarda gli svantaggi invece, come per tutte le cose, anche in questo caso è fondamentale menzionare alcuni aspetti negativi, in particolar modo: i nuovi dispositivi che supporteranno la rete 5G avranno prezzi e tariffe molto più elevate, inoltre la disponibilità di una rete altamente efficiente spinge gli utenti ad avere a disposizione più gygabyte.

Oltre a questi fattori negativi, approfondiamo per un attimo i rischi che potrebbero intercorrere sulla salute pubblica a causa della nuova rete mobile.

Ad oggi, nessuna delle indagini condotte, ha confermato che vi siano dei reali rischi per la salute dell’uomo, quello che si sa è che il 5G viaggerà su frequenze più elevate rispetto alle reti precedenti ma, nonostante ciò, la capacità di penetrazione delle onde magnetiche sui tessuti umani resta molto bassa.