Navigare il web in modo anonimo

Gli scandali ritrovati sulla mancata protezione dei dati personali sul web sono molti, e da allora si tende ad essere spaventati nel navigare sul web, tanto da volerlo fare a tutti i costi in anonimo. Se vuoi nascondere qualcosa al mondo, o non vuoi mostrarla, sono nate una serie di funzioni aggiuntive grazie all’utilizzo di alcuni server capaci di localizzarci altrove, e criptare tutti i nostri dati personali.

Perché nascondere i dati personali? Chi potrebbe prenderli?

Nascondere i dati personali diventa fondamentale per la privacy del soggetto che deve navigare sul web.Grazie a tutti i metodi che abbiamo a disposizione per poter nascondere i dati riusciamo ad impedire l’acquisizione di essi a tutte le aziende che desiderano prenderli.

I tuoi dati personali sono risorse ineccepibili e tutti desiderano prendersi ogni cosa che si può ricavare dal web per poter ottenere una maggiore forza mediatica.

A cosa servono i dati personali alle aziende?

Dopo aver scoperto che le aziende sono perfettamente in grado di raccogliere tutte le nostre informazioni personal basandosi unicamente sulle nostre ricerche online, passiamo a chiarire a cosa servono questi dati e perchè le aziende li desiderano tanto.Partiamo dal presupposto che la tua cronologia di navigazione è una maniera d’oro, e riescono a creare una condizione in cui le aziende sanno perfettamente cosa un determinato utente desidera e vuole. Nonostante sia una cosa tanto utile per l’azienda, è un incubo per la privacy di ogni persona, in quanto non si ha la certezza di navigare in totale sicurezza con il computer.I dati ricevuti dai media sono paragonabili al nuovo petrolio, in quanto ogni cosa che vi viene proposta sul web proviene da una serie di ricerche effettuate sui vostri dati personali. Basta pensare a tutti gli annunci pubblicitari che si presentano su un determinato sito web.

Come vengono raccolti i dati?

Raccogliere i dati personali di tutti coloro che fanno delle ricerche è semplicissimo, molto più di quello che può sembrare.Alcuni fattori permettono l’acquisizione di tutti i dati, e tra questi includiamo:

  • Il tuo indirizzo ip, ovvero un codice fato da 11 numeri e tre punti che fornisce tutte le informazioni relative alla provenienza del soggetto che ha effettuato la ricerca. Una VPN riesce a mascherare l’indirizzo IP localizzandoci altrove.
  • Google e Facebook che come ogni social network tende a vendere i dati, se pur questa operazione non sia esattamente legale. Allo stesso modo, quando accettiamo quei lunghi termini che non abbiamo voglia di leggere, permettiamo anche questo.
  • Cookie, che permettono la diffusione di ogni dato personali. Anche questa è una cosa che approviamo, tuttavia sono quelli più regolamentati dalle leggi europee.

Come navigare in modo anonimo

Per navigare sul web in completo anonimato, senza promuovere la diffusione dei dati personali, sono state create delle VPN, ma per poter approfittare al massimo di tutti i vantaggi offerti bisogna stare particolarmente attenti sulla base di alcuni fattori. In primis, questa deve essere efficace e permettere il passaggio da diversi server situati in posti completamente diversi nel mondo, in quanto per poter criptare tutti i dati è necessario che questi non siano rintracciabili.In più, essendo un servizio da ottenere mediante un pagamento, è necessario che offra dei servizi a sufficienza da essere conveniente. Uno dei fattori negativi da evitare assolutamente è quello dell’impossibilità di poter accedere da molteplici dispositivi.Esistono inoltre altri metodi per non essere rintracciati e per rendere impossibile l’acquisizione dei dati personali.
La navigazione sicura in incognito è un’idea, tuttavia non riesce a nascondere il tutto. Questa è utile quando non vuoi mostrare agli altri ciò che stai ricercando o la tua cronologia precedente.

Un pensiero riguardo “Navigare il web in modo anonimo

I commenti sono chiusi.