Quali browser supportano la navigazione in incognito?

A tutti è capitato, almeno una volta, effettuare una navigazione in incognito. Si tratta di una funzione inclusa in tutti i principali browser web che sono presenti direttamente sul proprio dispositivo, che sia esso mobile o meno. Allo stesso tempo, non tutti i browser che si utilizzano e che sono presenti nel mercato informatico offrono la possibilità di navigare in incognito per la ricerca di informazioni particolari o per l’esercizio di alcune attività che vogliono essere mascherate, soprattutto dal punto di vista aziendale o personale. Insomma, per evitare che ci sia una cessione di dati, cookie e altre informazioni personali, che risulterebbero essere immagazzinate direttamente dal sito web in questione, la navigazione in incognito risulta essere una risorsa importantissima, tale da portare anche alla scelta del browser in questione. Ma quali sono i browser che supportano la navigazione in incognito? Segue una panoramica dei principali.

Google Chrome

Il primo tra i browser che supportano la navigazione in incognito è, chiaramente, Google Chrome. La modalità di navigazione in incognito del browser più scaricato e utilizzato al mondo è possibile attraverso il pulsante menù, che si trova in alto a destra del proprio desktop. Cliccando sui tre puntini, sarà possibile selezionare la voce nuova finestra di navigazione in incognito. Nel caso in cui si voglia utilizzare direttamente la propria tastiera per ottenere la stessa funzione, ci si potrà servire della combinazione di tasti Ctrl + shift + N, o Command + shift + N su Mac. 

Il menù di Chrome cambierà direttamente d’aspetto, mostrando tutte le differenze con la normale navigazione sul browser. Da computer non si noteranno le differenze, se non nell’assenza di voci già ricercate da parte dell’utente, mentre da mobile il background dello schermo diventerà nero, e sarà accompagnato dal classico simbolo che indica la navigazione in incognito.

Edge

Altro tra i browser che, naturalmente, supporta la navigazione in incognito è Microsoft Edge, browser che viene sempre più utilizzato negli ultimi anni grazie ai suoi miglioramenti estetici e funzionali. Il browser della Microsoft permette di navigare in incognito attraverso la funzione InPrivate Browsing; per attivarla, bisognerà cliccare sul pulsante definito dai tre puntini in alto a destra e selezionare la voce Nuova finestra InPrivate

A questo punto, seguendo l’etichetta blu che mostrerà direttamente il browser in questione, si otterrà la navigazione in incognito. Anche questa stessa mostrerà delle differenze in termini prettamente strutturali, che faranno sì che l’utente si renda immediatamente conto di essere in una finestra non definita dalla presenza di cookie o altre sorgenti di analisi delle proprie informazioni.

Safari

Per tutti coloro che hanno un Mac, anche il browser predefinito dello stesso, Safari, offre la possibilità di ottenere una finestra di navigazione in incognito. Per ottenere questa stessa, bisognerà selezionare la voce File dalla barra dei menù che si trova, questa volta, in alto a sinistra. A partire dalla stessa bisognerà cliccare su Nuova finestra privata, che proietterà in una schermata con su scritto Navigazione privata abilitata, definita anche dallla classica colorazione in grigio scuro della barra degli indirizzi. Safari offre la possibilità di navigare in incognito anche da mobile, attraverso l’esercizio della medesima funzione che porterà ad essere sicuri anche direttamente dal proprio smartphone.