Blocco minori, stretta di Instagram alle interazioni tra adulti e teenager

Blocco minori, stretta di Instagram alle interazioni tra adulti e teenager
Blocco minori, stretta di Instagram alle interazioni tra adulti e teenager

Nuova stretta di Instagram, a tutela ed a protezione dei minori, con una funzione che limiterà le interazioni tra gli adulti ed i teenager. Sulla piattaforma social, infatti, gli adulti non potranno inviare i DM, ovverosia i messaggi diretti, a un teenager che non li segue.

Blocchi e notifiche di sicurezza Instagram nello scambio di messaggi tra adulti e teenager

Un adulto che su Instagram prova ad inviare un DM ad un teenager che non lo segue vedrà apparire un avviso con il quale il social network andrà a spiegare all’utente il perché il messaggio diretto non potrà essere inviato al destinatario. Ma anche quando un adulto invia messaggi ad un teenager che lo segue Instagram, allo stesso modo, sulla piattaforma appariranno nuove notifiche di sicurezza.

E questo perché, attenendosi al Children’s Online Privacy Protection Act, è vero da un lato che sul social network Instagram non si può avere un profilo se si è minori di 13 anni. Ma dall’altro ci sono utenti di età inferiore che accedono comunque al social network, e che lo utilizzano spesso tramite l’autorizzazione da parte dei genitori.

Ed in ogni caso già da tempo, proprio nel rispetto del Children’s Online Privacy Protection Act, Instagram elimina tutti quegli account di minori che, pur dichiarando di aver compiuto 13 anni, attraverso segnalazioni è in grado di rilevare e di verificare che in realtà l’età reale è inferiore. I più, nell’ambito del contrasto alle interazioni inappropriate tra gli adulti ed i teenager, Instagram è al lavoro per introdurre in futuro ulteriori funzioni ed ulteriori opzioni di sicurezza.

Le nuove policy del social Instagram contro i comportamenti potenzialmente sospetti

La nuova policy di sicurezza di Instagram è inoltre bidirezionale. In quanto quando un teenager contatterà un adulto, tra le notifiche di sicurezza che il social punta ad implementare ed a rendere attive per gli utenti di tutto il mondo, questo potrà essere eventualmente messo in guardia sul profilo contattato se per questo in precedenza, anche attraverso il sistema delle segnalazioni, ha esibito dei comportamenti ritenuti potenzialmente sospetti.

Per esempio, da parte di un utente adulto sul social network Instagram, un comportamento sospetto potrebbe essere rappresentato da una quantità rilevante di richieste di amicizia o di messaggi che sono stati inviati dall’utente stesso a profili di persone aventi un’età inferiore ai 18 anni. Con i minorenni che, a loro volta, potranno segnalare le persone sconosciute che tentano di contattarli.

Intelligenza artificiale ed apprendimento automatico contro chi dichiarare il falso sull’età

Al di là delle nuove funzioni a tutela ed a protezione dei minori, il social Instagram è chiamato pure a contrastare, per esempio, i casi di adulti che possono in teoria sempre aprire un account sul social dichiarando un’età falsa. Al riguardo Instagram sta lavorando a nuove ed a sofisticate tecniche di rilevazione facendo leva, tra l’altro, sulle tecnologie che sono strettamente legate all’intelligenza artificiale ed all’apprendimento automatico.

Quali sono i vantaggi di avere un account Instagram privato anche per chi ha la maggiore età

In più, a tutti gli iscritti ad Instagram che non hanno la maggiore età, il social incoraggerà sempre di più i teenager, anche attraverso il sistema delle notifiche, a mantenere il proprio profilo privato. Se l’account Instagram è privato, infatti, nessuno degli utenti sul social, che non rientra nella cerchia dei followers, può avere accesso e quindi visione di tutti i video, di tutte le foto e di tutte le stories che sono state postate. Contenuti che in genere vanno a riguardare, specie tra i minorenni, la propria sfera personale. Ma in generale quella di avere un account Instagram privato si presenta come una scelta spesso ottimale anche per chi ha già raggiunto la maggiore età.