traslochi

Gli step per organizzare traslochi senza stress

Per organizzare bene un trasloco, ne devi aver fatti almeno tre. Questo è quello che si sente dire quando ci si appresta a svolgere uno dei compiti più impegnativi della propria esistenza.

Il fatto di cambiare casa, infatti, è già di per sé, elemento di stress, perché le domande che ci si pongono sono delle più svariate: avrò fatto la scelta giusta? Sarà troppo radicale il cambiamento?

Sarò in grado di pagare il mutuo? Oltre a queste preoccupazioni già grandi, a ridosso del momento del trasloco, se ne affronta un’altra, non di certo meno importante: saprò organizzare tutto nel migliore dei modi?

Organizzare un trasloco senza stress

La mobilia ingombrante è, per assurdo, una delle cose che non dovrebbe destare preoccupazione in fase di trasloco, perché, se si è consapevoli di dove un mobile o un divano andrà collocato, non ci sono problemi.

Quello che preoccupa maggiormente è organizzarsi per fare in modo che tutti gli oggetti all’interno dei mobili possano essere trasportati senza troppi disagi, sia in fase di preparazione che in fase di collocazione nella nuova casa.

Questo succede soprattutto quando il tempo trascorso nella vecchia abitazione è tanto, e se si hanno dei figli. Se questi poi sono piccoli, oltre a vestiti e arredi vari, occorrerà pensare anche ai loro giocattoli.

Il periodo migliore per fare il trasloco

Prima di ragionare sulle cose da portare nella nuova casa, è bene sapere che, durante il periodo della primavera e dell’estate, effettuare un trasloco renderà le cose più semplici.

Questo perché non si dovrà fare i conti con tutto ciò che serve durante il periodo invernale. Piumoni, coperte, giacche pesanti ed altre cose, infatti, dovranno trovare una collocazione immediata nell’armadio, perché servono.

Se invece il trasloco avviene nei periodi più caldi non si avrà il problema di avere a portata di mano indumenti pesanti e ingombranti, che potranno essere disposti all’interno degli scatoloni e sistemati nella nuova casa con calma.

Ragionare per settori

In primo luogo bisogna iniziare mesi prima del trasloco a fare una selezione degli oggetti che verranno portati nella nuova casa ragionando per stanze.

Cominciando dalle camere da letto, per esempio, vanno eliminati tutti quei vestiti che non vengono indossati da tempo, e tutti quelli che ai bambini non entrano più, anche se molto spesso è difficile separarsi da tutine e pagliaccetti che fanno tornare indietro nel tempo.

Dividere i vestiti vecchi e rovinati da quelli che hanno ancora una buona fattura servirà per capire cosa andrà buttato nella spazzatura e cosa potrà invece essere regalato.

Riporre tutto in appositi scatoloni è la scelta migliore, questo vi permetterà di riuscire a sistemare i vari armadi nella maniera più naturale e semplice possibile. La scelta migliore è organizzare un numero di scatoloni grande quanto i membri della famiglia, per ognuno dei quali, inoltre, dovrà essere suddiviso il vestiario invernale da quello estivo.

Spostandosi in cucina, dovranno essere disposti scatoloni contenenti piatti e bicchieri di uso quotidiano, da quelli che vengono usati raramente. Stessa cosa per pentole, padelle, vassoi, insalatiere e piccoli elettrodomestici.

Appuntare tutto

Scrivere fuori degli scatoloni quale sia il contenuto di essi è già una cosa buona, ma non basta. Tenere un taccuino dove annotare il numero dello scatolone con il suo contenuto e la stanza di appartenenza renderà tutto più semplice.

Portando il taccuino con tutte le annotazioni, permetterà di capire in quale stanza andrà riposto uno scatolone piuttosto che un altro. Seguire una numerazione logica agevolerà il lavoro e permetterà di tenere per ultimi gli scatoloni contenenti oggetti meno importanti.

Prepararsi al cambiamento

Traslocare in una casa nuova può essere motivo di stress per i bambini, soprattutto quelli più piccoli, che non amano i cambiamenti. Per evitare di trovarsi con bambini in lacrime che non riescono a orientarsi all’interno della nuova abitazione, bisogna prepararli per tempo al cambiamento.

Farli partecipi nella pianificazione della nuova casa e portandoli spesso a visitarla li aiuterà a conoscerla ancora prima di traslocare. La loro cameretta deve essere la novità che li renderà felici: un’idea carina potrebbe essere quella di far trovare loro un regalo di benvenuto per rendere gioioso questo momento.

Affidarsi a professionisti

Per evitare di ritrovarsi a casa nuova con mobili rotti e scatoloni perduti è bene affidarsi a professionisti. Traslochiaroma.eu, una ditta di trasporti nazionali ed esteri di Roma, da cinquant’anni lavora nel settore garantendo sicurezza e professionalità.

Il personale di una ditta di traslochi ha le competenze necessarie per rendere il trasporto più semplice possibile. Grazie ad un’esperienza consolidata e agli strumenti giusti, potrà offrire un servizio nel rispetto di tutti i mobili e oggetti presenti all’interno di una casa.