ADR logistica dei trasporti

La logistica e i trasporti delle merci sono, per loro natura, soggetti a regolamenti e procedure di sicurezza in continuo aggiornamento.

In particolar modo, la normativa si fa più rigida quando il trasporto riguarda predefinite tipologie di merci.
L’ “Accord européen relatif au transport international des marchandises Dangereuses par Route“, meglio conosciuto come ADR, è un accordo internazionale che regolamenta il trasporto su strada di merci pericolose.

Gli operatori

Nella prima parte del regolamento, l’ADR stabilisce che tutti gli operatori mettano in atto una serie di procedure di sicurezza prima, durante e dopo aver maneggiato le merci pericolose.

È inoltre prevista la presenza di un perito esterno, con il compito di verificare che tutte le normative ADR vengano rispettate e di fornire supporto sulle procedure da seguire.

Oltre a ciò, egli deve redigere una relazione in merito alla condotta tenuta dagli operatori coinvolti nel processo di logistica.

Imballaggi ed etichette

L’ADR pone particolare attenzione agli imballaggi e alle etichette previsti per il trasporto delle merci pericolose: al fine di evitare danni e inquinamenti, è stabilito che l’imballaggio deve essere realizzato su misura e deve aver superato predefiniti test di collaudo.

Non solo: esso deve rispettare i requisiti di qualità ed esibire il corretto simbolo identificativo.
Per quanto riguarda le etichette, queste ultime devono riportare con chiarezza il tipo di pericolo e devono essere sempre ben leggibili sul mezzo di trasporto.

Documentazione

I documenti relativi alla movimentazione delle merci pericolose devono riportare tutta una serie di elementi e parametri definiti dal regolamento.

Di fondamentale importanza sono le specifiche del pacco: la quantità di colli trasportati, il mittente, il destinatario, tutte le caratteristiche della merce e le quantità totali.

Qualora la documentazione sia incompleta, scorretta o imprecisa, viene ritenuta invalida e pertanto soggetta a sequestro o ad altre forme cautelari.

Tutti i documenti devono essere in ogni caso conservati per almeno 3 mesi dopo il trasporto.

Merci pericolose

L’ADR definisce tutti i rischi relativi alle spedizioni di merci pericolose, come il pericolo di incendio, contaminazione tossica, radioattività, e così via.

La normativa prosegue poi riportando un elenco in continuo aggiornamento di tutte le sostanze definibili “pericolose”, specificando i criteri sulla base dei quali una merce può essere considerata tale.

Per ogni sostanza che rientra nell’elenco o nei parametri definiti, infatti, è prevista una specifica procedura da seguire, diversa a seconda della categoria in cui si rientra.

Rispettare la normativa ADR è fondamentale, non solo perché essa illustra le procedure per il trasporto di merci ritenute rischiose, ma anche e soprattutto perché ne garantisce la sicurezza nelle fasi di logistica.