Tre musei assolutamente da non perdere a Milano

Tre musei assolutamente da non perdere a Milano
Se ti trovi a visitare il bellissimo capoluogo di provincia lombardo, non potrai fare a meno di recarti presso i tre musei più famosi della città, che sicuramente ti conquisteranno e occuperanno un posto importante nel tuo cuore e nella tua memoria.
Scopriamo insieme quali sono i tre musei più importanti di Milano che non potrai assolutamente fare a meno di visitare.

Il Museo del Novecento

Il Museo del Novecento ospita una grande raccolta di opere d’arte che appartengono al ventesimo secolo e che sono collocate presso il palazzo dell’Arengario e nel Palazzo Reale di Milano.
All’interno di questo complesso sono presenti circa 400 opere che sono state raccolte ed esposte dal 1902.
Molte sono state prodotte da artisti molto famosi quali Pellizza da Volpedo, Modigliani, Martina, Fontana, Boccioni, De Chirico e Sironi e appartengono a diversi stili e periodi artistici che vanno dal Futurismo al periodo dell’arte povera.
All’interno di questo museo è possibile osservare opere famose in tutto il mondo, come il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo, vari ritratti di Amedeo Modigliani, alcune opere di Picasso e artisti minori che, grazie al loro contributo, hanno reso il museo noto in tutta Italia.
Il museo si articola su più piani che sono occupati dalle opere in base al filone storico a cui appartengono, in quanto è possibile trovare al primo piano i futuristi, al secondo gli astrattisti e i classicisti, mentre al terzo l’arte concettuale e l’arte povera.

La pinacoteca di Brera

Una grande possibilità culturale è offerta dalla Pinacoteca di Brera, ovvero una galleria di fama internazionale che ospita opere d’arte antiche e moderne, soprattutto di origine veneta e lombarda.
Le opere d’arte custodite nel palazzo di Brera sono organizzate in maniera tale che il visitatore possa godere di un percorso espositivo che parte dalla preistoria e arriva alle opere contemporanee.
Il museo si compone di diverse sale restaurate ed allestite nel 2018, le quali ospitano opere d’arte davvero importanti, con affreschi suddivisi in base al periodo di realizzazione.
In questo museo potrai godere della pittura gotica e tardogotica, di quella tipica del ‘400 e del ‘500, ma anche di opere attuali realizzate da artisti noti in tutto il mondo.
In questo posto sono custodite le realizzazioni di alcuni maestri del Seicento, quali Borromeo, Morazzone e Crespi, ma anche dei più famosi Caravaggio, Giordano e Tiepolo
Sono presenti inoltre molte statue raffiguranti personaggi importanti come Napoleone, collocato presso il denominato cortile d’oro.
È stato recentemente edificato un reparto riservato agli studiosi, che offre la possibilità di osservare una preziosissima collezione di disegni tra cui troviamo la testa di Cristo di Leonardo Da Vinci preparata per l’Ultima Cena, e anche opere realizzate dalle mani di Reni e Carracci

I musei del Castello Sforzesco di Milano

Il castello Sforzesco di Milano racchiude in sé la presenza di svariati musei che espongono tutte le collezioni civiche appartenenti al capoluogo lombardo a partire dall’800.
In questo luogo infatti, è possibile ammirare diversi dipinti, tappezzerie, sculture, ceramiche e oggetti che con il tempo sono stati accumulati e collocati in questo posto, celebrando la storia della città sotto diversi punti di vista.
Tra le mura del castello è possibile visitare il museo di arte antica situato presso il pianterreno, che offre la possibilità di osservare opere che vanno dalla tradizione romana alla fine del Cinquecento, tra cui troviamo opere di Visconti, Leonardo da Vinci e Bonifacio Bembo.
La pinacoteca del Castello Sforzesco è ricca di dipinti appartenenti al filone gotico, tra cui opere di Tiziano, Crespi, e artefatti del Settecento di Canaletto, Correggio e Mantegna.
Sempre presso questo edificio è possibile visitare il museo della Preistoria, il Museo Egizio, quello del Mobile e degli strumenti musicali, un museo dedicato alle arti decorative e quello che ospita l’ultima statua di Michelangelo Buonarroti, ovvero La Pietà Rondanini.
Oltre a varie stanze dedicate all’archivio storico della città e alla raccolta delle stampe della biblioteca d’arte, è presente una libreria che permette di osservare e visionare reperti storici molto importanti.