Umbria, un polmone verde al centro dell’Italia

Umbria, un polmone verde al centro dell’Italia
L’ Umbria può essere orgogliosa delle sue meravigliose città antiche di origine etrusca, medievale e rinascimentale come Perugia, Assisi, Spoleto, Orvieto e del suo bellissimo lago Trasimeno , tutti contornati da un vero e proprio polmone verde costituito da una campagna accogliente e affascinante. Il viaggiatore scoprirà così una regione estremamente interessante per il suo passato, la sua storia e la sua ricchezza spirituale (c’è la città di Assisi, città natale di San Francesco d’Assisi), oltre che culturale e gastronomica. Un territorio ricco sotto tanti aspetti. È una regione che vive dei fasti del suo passato ma ha anche un presente attivo e dinamico con aziende prospere come la famosa “Perugina” con i famosi Baci o una succulenta gastronomia dove brillano, ad esempio, gli ” strangozzi “, pasta tipica umbra che ricorda gli spaghetti ma è più larga.  

Alle scoperta di Perugia

  Il primo luogo da scoprire è, senza dubbio, Perugia , il capoluogo della regione. Entrare in questa città è un affascinante viaggio nel passato. Perugia è costruita sulla sommità di una collina quindi per raggiungere il centro cittadino è necessario salire tra curve fiancheggiate da alberi frondosi, ponti, scalinate, pendii e belle case in pietra di origine medievale. Dall’alto di Perugia dominano alti e maestosi i verdi campi dell’Umbria. Il centro storico ha centinaia di luoghi degni di ammirazione: la cattedrale di San Lorenzo, palazzi, logge, fontane insieme alle innumerevoli porte in pietra (Porta del Sole, Porta Marzia o Porta San Pietro) che ci portano indietro nel tempo. Al centro di Piazza IV novembre appare maestosa la Fontana Maggiore che ci delizia con i suoi bassorilievi con sculture di Nicola e Giovanni Pisano dove possiamo scoprire parte della storia romana, della storia sacra e delle favole di Esopo. Per concludere sono assolutamente da visitare il Teatro Morlacchi, il Palazzo Galiziano sede dell’Università Italiana per stranieri e l’Arco Etrusco, simbolo dell’antica civiltà che popolò Perugia. Lasciamo alle spalle la città di Perugia, ricca di vita universitaria e cultura, un melting pot di nazionalità diverse, eventi musicali come il famoso festival “ Umbria Jazz ”, bellezze teatrali e architettoniche, per addentrarci nel resto dell’ Umbria e vedere cosa merita di essere visitato.  

Assisi, tra arte e spiritualità

  Sebbene Perugia sia il capoluogo della regione l’Umbria è molto di più. Affacciandosi dal balcone della chiesa di San Pietro di Perugia si scorge, all’orizzonte, il piccolo paese di Assisi , dove nacquero San Francesco e Santa Chiara (fondatrice dell’ordine delle Clarisse). È una città medievale situata in cima ad una collina, la cui Basilica di San Francesco decorata con affreschi di Giotto, oltre ad altri siti francescani, costituisce una parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO e un luogo di pellegrinaggio per tutti i fedeli del mondo. Per tutti questi motivi Assisi è uno dei luoghi obbligati da visitare in Umbria che siate ferventi religiosi o meno.  

Una regione tutta da visitare

  Terni è la seconda città della regione, ricca, operosa e conosciuta, oltre che per le sue acciaierie, per le sue Cascate, in particolare la Cascata “delle Marmore”, una delle più alte d’Europa con i suoi 160 metri di dislivello. Altre bellissime città da non perdere sono Gubbio, bellissimo borgo medievale chiamato la città dei matti in virtù dell’ imprevedibilità dei suoi abitanti, gli eugubini; Orvieto con la sua cattedrale gotica e i suoi vini tradizionali; Spoleto, una bellissima città fortificata simbolo della cultura internazionale con una incantevole cattedrale, un teatro romano dei primi anni dell’Impero Romano e il Festival Internazionale di Musica dei Due Mondi . Senza tralasciare il bellissimo Lago Trasimeno  e gli incantevoli scenari che lo circondano come il Monte del Lago e il bosco sacro di Monteluco. Per tutti questi motivi,viaggiare in Umbria  è una esperienza affascinante e forse diversa dal visitare le altre città d’arte italiane. I borghi umbri con le loro case medievali o rinascimentali, il loro folklore, il loro amore per la bella vita ci incanteranno sicuramente. Una regione ricca di storia, arte, cultura, che ha saputo maturare e conservare all’ombra dei suoi alberi la sua vera identità.