Visitare Palermo. 5 consigli per una vacanza perfetta

Visitare Palermo. 5 consigli per una vacanza perfetta

Palermo è il capoluogo della Sicilia, una città con il centro storico tra i più grandi d’Europa, ecco perchè ci sono tantissimi luoghi d’interesse da poter vedere a Palermo. Inoltre ci sono località vicine che vale la pena visitare come Bagheria o Cefalù. Il problema maggiore, per chi decide di visitare Palermo, è organizzarsi al meglio in modo da trascorrere una vacanza piacevole e rilassante, alla scoperta dei luoghi più belli e dei sapori più genuini di Palermo e dintorni.

Ecco perchè questi 5 consigli sono utili per chi ha deciso di visitare Palermo, sono le informazioni principali che devi sapere prima di affrontare una vacanza nel capoluogo siciliano.

Scegliere con cura dove dormire a Palermo

Il primo consiglio è quello di selezionare un ottimo alloggio dove dormire a Palermo. In città ci sono numerosi bed dn breakfast e hotel ma quello che dovrai scegliere deve essere ubicato nel centro storico, vicino la stazione centrale o della metro. Scegliere un bed and breakfast o un hotel che ha queste caratteristiche significa avere dei vantaggi negli spostamenti, ad esempio si può visitare il centro storico a piedi e senza usare mezzi pubblici, oppure si può usufruire del treno per raggiungere altre zone della provincia.

Ovviamente, per dormire a Palermo, sia l’hotel che il b&b dovranno mantenere alti certi standard di qualità come la pulizia delle camere, i comfort offerti nelle camere e negli spazi comuni, la disponibilità del personale e la possibilità di fare esperienze alternative come i corsi di cucina locale o gli itinerari guidati nei mercati storici, tutte attività mirate a far conoscere la storia, la cultura e il cibo Siciliano.

Il Giardino di Ballarò e Porta di Castro sono due dei migliori bed and breakfast dove dormire a Palermo, sono tra i più conosciuti e rinomati della città, questi bed and breakfast infatti hanno tutte la caratteristiche di cui abbiamo parlato. Per trovare un’alternativa valida puoi visitare il sito www.booking.com ed effettuare una ricerca.

Visitare Palermo: cosa vedere

Per visitare Palermo non basterebbe una settimana, ci sono tantissimi luoghi da vedere e storie da ascoltare su come sono nati e come si sono evoluti nel tempo. C’è un luogo però che più di tutti raccoglie la storia e la tradizione della città ed è una strada che fu tracciata dai fenici, è la strada più antica di Palermo ed è qui che sorgono i principali monumenti da visitare, questa è la strada del Cassaro ovvero l’attuale Via Vittorio Emanuele.

Percorrere la strada del Cassare significa visitare i principali luoghi di interesse di Palermo come la Cattedrale, Piazza Vittoria e Piazza Pretoria, Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina, e numerose chiese e palazzi nobiliari fino al Foro Italico, un immenso spazio verde sul lungomare di Palermo. Non importa quanto tempo rimarrai a Palermo, che sia un giorno o tre, la strada del Cassaro è l’itinerario più rappresentativo e visitato di Palermo.

Cosa vedere nei dintorni di Palermo

In base al tempo che hai a disposizione, potresti tenere in considerazione la possibilità di visitare i dintorni del capoluogo siciliano. Per capire cosa vedere nei dintorni di Palermo bisogna scegliere il mezzo con cui spostarsi, i migliori sono l’auto, il treno e il bus.

Con l’auto si ha una maggiore l’ibertà e si possono raggiungere località che altrimenti sarebbe difficile raggiungere come la zona delle Madonie che comprende vari comuni come Castelbuono visitata per le bellezze naturalistiche e per i prodotti alimentari tradizionali.

Con il treno in soli dieci minuti si raggiunge Bagheria, la città di Renato Guttuso, delle ville e dei carretti siciliani. A circa un’ora di treno da Palermo si raggiunge Cefalù, una delle località balneari più famosa della Sicilia.

In autobus puoi visitare Mondello, una spiaggia paradisiaca che si trova alle porte di Palermo dove potrai gustare anche dell’ottimo pesce in uno dei tanti locali che affollano il lungo mare. Altro luogo da raggiungere in autobus è Monreale, un comune visitato da migliaia di turisti per via del Duomo che recentemente è stato inserito come patrimonio dell’ UNESCO insieme alla cattedrale di Cefalù.

Le spiagge di Palermo e dintorni

Oltre alla spiaggia di Mondello, che abbiamo già citato, ci sono altre spiagge a Palermo e nei dintorni. Le più conosciute e frequentate sono le spiagge dell’Addaura, dell’Arenella, di Capo Gallo, di Sferracavallo, di Isola delle Femmine, di Campofelice, di Santa Flavia e Cefalù. Ognuna di esse ha caratteristiche diverse, alcune sono formate da sabbia molto chiara altre sono fatte di ciottoli ma tutte quante presentano un mare cristallino e stupendo.

Cosa mangiare a Palermo

Nei consigli di viaggio di certo non poteva mancare un paragrafo dedicato a cosa mangiare a Palermo. Come tutti sanno la Sicilia, ma in particolare Palermo, ha tanti prodotti tipici da offrire ai propri visitatori. Dallo street food dei mercati popolari ai ristoranti Michelin passando per le trattorie tipiche della città fino alle pasticcerie, in ognuno di questi luoghi si possono gustare prodotti unici e famosi in tutto il mondo. I tanti piatti e prodotti da poter assaporare, elenchiamo quelli che meglio rappresentano la Sicilia nel mondo: le arancine, le panelle, le crocchè, il panino con la milza, la caldume, le stigliola e la rosticceria in generale; e ancora la pasta alla norma, pasta con le sarde, il cous cous di pesce e la pasta al forno; la caponata di melanzane, i vari salumi prodotti nelle Madonie e le sarde a beccafico; e i famosi dolci come i cannoli, la cassata, i dolci secchi, il gelato e la granita.