Brand identity: perché è così importante

Brand identity: perché è così importante

Nel marketing si sente spesso parlare di brand identity, ma sappiamo davvero cosa si intende con queste parole?

Molto spesso infatti la parola brand viene confusa con quella di marchio o marca.

Vediamo subito che differenza c’è.

Differenza fra brand, marchio e marca

Per marchio si intende l’icona grafica di un’azienda.

È generalmente un sinonimo del logo grafico con cui si identifica un determinato prodotto e marca.

La parola marca invece deriva dal latino “margo”, ovvero margine. È infatti definita come

“un nome, un termine, un segno, un simbolo o qualunque altra caratteristica che ha lo scopo di far identificare i beni o i servizi di un venditore e di distinguerli da quelli degli altri venditori”.

Possiamo quindi immaginare la marca come un insieme di elementi visivi: il nome scelto, il logo e il pay off ovvero lo slogan che accompagna spesso visivamente il logo stesso.

Per Brand invece intendiamo qualcosa con più anima: si tratta infatti di tutti i valori che rappresentano l’azienda stessa.

Questi tre elementi sebbene diversi sono un insieme di elementi distintivi che consentono all’azienda di comunicare, interagire ed essere presente online e offline per il proprio pubblico.

Brand identity e Brand image

Dopo aver capito le principali differenze fra brand, marchio e marca, un’altra distinzione importante da fare quando si parla di brand è sicuramente quella fra brand identity e brand image.

Partiamo proprio dalla brand identity, ovvero da come l’azienda vorrebbe essere percepita dal proprio pubblico. 

La brand identity è infatti tutto quello che una società vorrebbe dimostrare al proprio pubblico, ciò che utilizza per conquistare e colpire la propria audience.

È costituita da un insieme di elementi visivi e di comunicazione, dal logo al payoff, che racchiudono gli obiettivi e l’aspirazione dell’azienda.

Poi c’è la brand image, ovvero come l’azienda viene realmente percepita.

Si tratta dell’insieme di percezioni soggettive legate alle sensazioni che il brand suscita al suo pubblico attraverso il suo modo di presentarsi e di comunicare con il pubblico.

Come si costruisce?

Ma come si costruisce una brand identity efficace?

Il primo passo per avere successo in un mondo online e offline ormai invaso da milioni di aziende, prodotti e servizi è infatti quello di avere un’identità solida e ben definita.

Per costruirla bisogna seguire diversi step.

Il primo è indubbiamente trovare la “ragion d’essere” del brand, anche detta Reason Why, ovvero lo scopo, gli obiettivi e le aspirazioni.

Avere uno scopo ed una visione consentono infatti di posizionarsi al meglio e rendere il proprio prodotto desiderabile.

Il secondo step è sicuramente quello di scovare la unique selling proposition, ovvero quello che differenzia un brand dagli altri.

Deve essere un elemento realistico e sostenibile nel tempo, da individuare anche costruendosi un benchmark di competitors (numero minimo dai 3 ai 5).

Altro step è quello di individuare intorno ai propri obiettivi i valori che si vogliono mostrare: per arrivare all’obiettivo, quali sono le caratteristiche e le “armi” del proprio brand?

La scelta dei valori è fondamentale e non può essere soggetta al caso perché saranno proprio quelli a fare la differenza nel posizionamento e nella scelta dei canali comunicativi.

Brand positioning

Un capitolo fondamentale infatti è proprio questo, ovvero individuare il dove.

Una volta che il brand ha realizzato il “chi” ed il “perché”, la fase successiva è il dove che spesso include anche la scelta del target.

Scegliere come e dove posizionarsi sarà infatti la chiave del successo del brand.

La scelta primaria riguarda il target, ovvero la costruzione del nostro pubblico.

Non tutti saranno infatti interessati al prodotto e al servizio offerto dal nostro brand, perciò la comunicazione dovrà interessare solo il mercato davvero interessato.

La scelta del target si basa su aspetti demografici, sugli interessi e sui valori dei nostri utenti: il pubblico va costruito dettagliatamente e con grande attenzione per avere successo.

Ci sono poi i canali di comunicazione, ovvero i social, il web, i mezzi offline.

Questa scelta va fatta una volta scelto il proprio tone of voice, in quanto non tutti i mezzi potrebbero risultare efficaci.

Data l’importanza del brand positioning, molti brand si affidano a web agency specializzate che sappiano costruire step by step una strategia efficace e molte di queste come Fungomarketing sono proprio specializzate in questo ambito.

In conclusione, dunque possiamo dire che costruire l’identità di un brand è complesso ma è la vera chiave su cui costruire il proprio successo.